Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Microplastiche e nanoplastiche negli alimenti: una questione emergente

Fonte: SIMeVeP
Data: 30/06/2016


Esiste un interesse globale per l'impatto dei rifiuti di plastica presenti nei mari e nei corsi d'acqua sugli habitat naturali e sulla fauna selvatica. L'EFSA ha compiuto un primo passo verso una futura valutazione dei potenziali rischi per i consumatori derivanti dalla presenza di microplastiche e nanoplastiche negli alimenti, in particolare nei frutti di mare.
Il dott. Peter Hollman, precedentemente membro del gruppo di lavoro che ha assistito il gruppo di esperti scientifici sui contaminanti nella catena alimentare (CONTAM) dell'EFSA nella redazione della dichiarazione sulla presenza di particelle di microplastica e nanoplastica negli alimenti, è ricercatore capo presso l'istituto di ricerca RIKILT nonché professore associato di nutrizione e salute, funzioni che ricopre presso l'Università di Wageningen nei Paesi Bassi. Il suo lavoro di ricerca riguarda tra l'altro la presenza, l'analisi e la tossicità delle microplastiche e delle nanoplastiche.
Sul sito dell'Efsa è disponibile una sua intervista sul tema