Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Tipologia
Cerca per Azienda

 

Monitoraggio di temperatura e pressione, come risparmiare tempo e denaro

Il sistema di acquisizione dei dati Haccp testo 191 è la soluzione intelligente per controllare e documentare la temperatura e la pressione durante i processi di pastorizzazione, sterilizzazione e liofilizzazione.

Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 7/2019
Data: 16/09/2019
Azienda: TESTO

Durante la sterilizzazione e la pastorizzazione di generi alimentari, è necessario monitorare costantemente i parametri temperatura e pressione. Solo così è possibile garantire che i valori necessari per il relativo processo di conservazione vengano rispettati e che la temperatura sia uniformemente distribuita nei relativi impianti. 

Il sistema di acquisizione dei dati Haccp testo 191 è la soluzione intelligente per controllare e documentare la temperatura e la pressione durante i processi di pastorizzazione, sterilizzazione e liofilizzazione. Tale sistema è costituito da quattro data logger di temperatura, un data logger di pressione, una valigetta multifunzione e un software per programmare e leggere i data logger.

Questa efficiente soluzione "tutto-in-uno" firmata Testo permette di controllare più efficientemente e di ottimizzare in modo più sostenibile i processi di produzione, rispettando gli standard di qualità e risparmiando ogni giorno tempo e denaro.

La sfida

In base a quanto previsto dal nuovo quadro legislativo sull'igiene dei prodotti alimentari dell'UE (il cosiddetto "Pacchetto Igiene"), in particolare dal regolamento (CE) 178/2002 e dal regolamento (CE) 852/2004, il responsabile della sicurezza alimentare è il produttore degli alimenti.

Quest'ultimo deve introdurre un sistema di autocontrollo (Haccp) basato sull'analisi dei rischi, così come stabilire i punti di controllo critici e i processi di produzione da adottare. Soprattutto nel quadro dei processi di trattamento termico che garantiscono la conservabilità dei generi alimentari, è tenuto a convalidare e documentare la sicurezza e l'efficacia del processo di produzione tramite una misura continua dei tempi e della temperatura.
In presenza di processi particolarmente critici, il prodotto conservato non può addirittura essere autorizzato né lavorato ulteriormente in assenza di un'analisi dei parametri temperatura e pressione.

Attraverso un monitoraggio periodico, il produttore dei generi alimentari deve non solo garantire l'efficacia del processo, ma anche che gli apparecchi e i macchinari utilizzati per il processo di conservazione funzionino correttamente in base alle specifiche.

Ma nel settore della conservazione non è importante solo la sicurezza degli alimenti. Anche il sapore e la texture del prodotto finito sono al centro dell'attenzione, visto che dipendono in modo determinante dalla presenza di condizioni stabili durante il processo di conservazione.
Sia i risultati del monitoraggio della temperatura e della pressione durante il processo di conservazione, sia quelli della convalida degli impianti utilizzati devono essere documentati a regola d'arte dal responsabile e presentati durante gli audit interni ed esterni.

Per soddisfare questi requisiti, solitamente i responsabili della qualità si affidano a soluzioni integrate formate da data logger e software. Ma spesso queste ultime sono difficili da usare e inclini al logoramento, complicando inutilmente il lavoro quotidiano.

I data logger Haccp

I data logger di temperatura sono realizzati in acciaio inox e robusto polietere etere chetone (PEEK). Entrambi i materiali sono compatibili con gli alimenti, mentre sia i data logger che il software sono certificati da Haccp International.

Grazie alla loro costruzione compatta, i data logger possono essere utilizzati senza problemi anche in impianti con poco spazio oppure in piccoli sacchetti tubolari, fiale o barattoli. Le sonde pieghevoli, lunghe fino a 775 mm, permettono di misurare tra un prodotto e l'altro oppure nelle nicchie dell'impianto, altrimenti impossibili da monitorare.

Le dimensioni dei data logger possono inoltre variare grazie all'uso di due batterie di diversa altezza, liberamente combinabili con tutti i data logger.

Il campo di misura dei data logger varia da -50 a +140 °C oppure da 1 mbar a 4 bar assoluti.

Le sonde dei modelli sono rigide o pieghevoli e si differenziano per la loro lunghezza (rigide: 25 mm e 115 mm; pieghevoli: 775 mm).



Altri prodotti della stessa azienda:

Un nuovo strumento multifunzione per misurare i parametri ambientali in laboratori e clean room
Tecnologia di misura per gli addetti ai controlli alimentari
Testo 400, il nuovo strumento universale per la misura dei parametri ambientali
Prodotti fritti, qualità e sicurezza dell'olio da cucina sono garantite
Soluzione di gestione HACCP senza carta
La qualità è misurabile
Sistema di monitoraggio dati di umidità e temperatura
Nuova generazione di data logger con connessione USB e scheda SD
Nuova generazione di data logger per misurare temperatura e umidità
Manutenzione dei sistemi di refrigerazione
Misurare la qualità dell’olio di frittura
Rispetta le normative Haccp con i termometri per alimenti Testo
Monitoraggio continuo durante il trasporto
Mini termometro per misure rapide e precise
Catena del freddo sotto controllo con i data logger Testo
Il data logger Testo più piccolo ed economico
I nuovi termometri pieghevoli per misurare con precisione la temperatura degli alimenti
Grandi per le misure, forti per il prezzo, piccoli al bisogno
Monitoraggio della catena del freddo e dei prodotti sensibili
Nuovi strumenti per controllare le condizioni ambientali