Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Prodotto
Cerca per Azienda

  • Il successo inizia dalla qualità - TESTO

 

Allo studio macchine di ispezione con tecnologia microwave

Lo sviluppo del progetto è partito nel 2018 con un gruppo di ricercatori del Politecnico di Torino e oggi prosegue con Wavision, start-up nata per continuare l'iniziativa e garantirne l'industrializzazione

Azienda: ANTARES VISION
Fonte: rivista "Alimenti&Bevande" n. 1/2023
Data: 10/02/2023


Antares Vision Group conferma lo sviluppo di un'innovazione che utilizza la tecnologia microonde (microwave) per individuare corpi estranei nei prodotti liquidi e semiliquidi confezionati, applicabile ai settori industriali per rilevare materiali trasparenti come plastica o vetro.
Lo sviluppo del progetto è partito nel 2018 con un gruppo di ricercatori del Politecnico di Torino e oggi prosegue con Wavision, start-up nata per continuare l'iniziativa e garantirne l'industrializzazione.
Antares Vision Group vi è entrata a far parte attraverso FT System, leader nei sistemi di ispezione per il controllo qualità nel Food & Beverage. Il progetto ha visto la collaborazione di più interlocutori che ne hanno garantito la sostenibilità fin dalle prime fasi di sviluppo: il Politecnico di Torino per lo studio tecnologico, FT System (parte di Antares Vision Group), partner tecnologico e attualmente socio di maggioranza di Wavision, e Vertis SGR, tramite Vertis Venture 3 Tech Transfer, fondo dedicato a promuovere il trasferimento tecnologico dei migliori progetti Deep Tech delle più valide università italiane.
Antares Vision Group utilizzerà i sensori sviluppati da Wavision per progettare una serie di macchine di ispezione che trovano il loro utilizzo nel settore alimentare e delle bevande. "Questi sensori - afferma l'azienda in una nota - intercetteranno eventuali contaminanti fisici, superando le limitazioni degli attuali strumenti di controllo".
La tecnologia microwave, sfruttando le diverse proprietà dielettriche dei materiali, è in grado di discriminare la presenza di corpi estranei in creme, semiliquidi e liquidi, soprattutto quando si tratta di contaminanti fisici trasparenti, come la plastica o il vetro. Questo tipo di controllo permette di rispondere in modo più accurato ai requisiti richiesti dalla grande distribuzione, secondo gli standard BRC, IFS o ISO 22000, volti a garantire la sicurezza alimentare, nonché a diminuire la percentuale di richiami e a proteggere la reputazione dei brand.



Richiedi maggiori informazioni



Altri prodotti della stessa azienda:

Tecnologie di ispezione, le soluzioni Antares Vision Group
Diamind, soluzioni integrate per la sicurezza e la qualità
Microfori nel packaging, controllo in linea ancora più performante ed efficiente
Microfori nel packaging, controllo in linea ancora più performante ed efficiente
La spettroscopia laser applicata al controllo dell'ossigeno
Una sola macchina per più controlli
Il Controllo Qualità nel settore Food diventa 4.0
TrackMyWay: la nuova piattaforma per la tracciabilità 4.0