Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Prodotto
Cerca per Azienda

 

Con ESI- ITA Group, l’export è a portata di mano

ESI-ITA Group è riconosciuta come società di riferimento per adempimenti normativi a livello globale

Azienda: ESI - ITA GROUP
Fonte: rivista "Alimenti&Bevande" n. 1/2022
Data: 04/02/2022


Proteggere la salute è l'obiettivo di tutti gli aggiornamenti normativi che negli ultimi due anni hanno interessato tantissimi Paesi: dall'Unione Europea all'Asia al Nord America. I produttori e i trasformatori dell'agroalimentare italiano si sono ritrovati in un contesto molto dinamico, dovendosi allineare, non solo agli interventi regolatori unionali, ma anche alla rigida applicazione delle norme e dei regolamenti dei maggiori Paesi esteri. Vediamo i più importanti aggiornamenti normativi dei principali Paesi destinatari dei prodotti Made in Italy.

USA

Negli USA il 2020 e il 2021 sono stati due anni caratterizzati da un'intensa attività della FDA, che oltre a tante iniziative ha anche pubblicato due nuovi regolamenti. Per riassumere, queste sono le novità che ogni industria agroalimentare che esporta negli Stati Uniti dovrebbe tener sotto controllo:

• la nuova Food Defence (Final Rule for Mitigation Strategies to Protect Food Against Intentional Adulteration);
• il Food Traceability Rule;
• il Laboratory Accreditation Rule;
• le nuove regole per l'etichettatura.

Cina

In questo inizio 2022 non possiamo non menzionare la "rivoluzione" che ha riguardato la normativa cinese sulla sicurezza alimentare. La Cina ha di recente rafforzato le sue leggi in materia. Infatti, ad aprile 2021 ha approvato la "China Food Law", introducendo nuove regole, sulle ispezioni, le importazioni e le esportazioni per ridurre e prevenire incidenti di sicurezza alimentare. Tra i nuovi obblighi ricordiamo le nuove regole di etichettatura e la registrazione al GACC. Quest'ultima, dal 1 ° gennaio di quest'anno, è obbligatoria non più solo per i produttori stranieri di carne, prodotti ittici e prodotti lattiero-caseari, ma anche per tutte le industrie di produzione, lavorazione e stoccaggio di prodotti alimentari che intendano esportare i propri prodotti nel territorio cinese.

Canada

Anche per l'export in Canada quello appena terminato è stato un anno determinante. Dal 15 marzo 2021, la Canadian Food Inspection Agency (CFIA) ha iniziato a rifiutare le importazioni di prodotti alimentari non conformi al Safe Food for Canadians Regulations (SFCR), il quale ha introdotto obblighi diversi collegati alle diverse tipologie di prodotti importati. È stato inoltre introdotto l'obbligo di licenza per gli importatori e di redazione di un "Preventive Control Plan" (PCP), comprensivo di nuove procedure di rintracciabilità e gestione dei reclami. L'importer canadese dovrà con il suo PCP qualificare i fornitori esteri e verificare che i loro sistemi di sicurezza alimentare siano equivalenti alla nuova normativa canadese.

Unione Europea

Tornando a casa nostra, l'Europa ha recepito le novità introdotte dal Codex Alimentarius tramite il regolamento (UE) 2021/382, entrato in vigore il 24 marzo 2021, che ha aggiornato il regolamento (CE) 852/2004, chiedendo alle organizzazioni alimentari un riallineamento del proprio piano HACCP alle molteplici novità introdotte, quali la Cultura della Sicurezza alimentare, l'Allergen Management, la manutenzione preventiva e la riduzione dei rifiuti aziendali.

Emirati Arabi

Gli Emirati Arabi Uniti introducono all'interno del Ministero per la Sicurezza alimentare e l'Agricoltura il National Food Security Strategy 2051, il cui obiettivo sarà quello di trasformare il Paese in un hub leader mondiale nella sicurezza alimentare, guidata dall'innovazione.

ESI-ITA Group: il tuo asset strategico

Quello che è evidente, in un contesto così dinamico come quello in cui stiamo operando, è che mantenere quote di mercato e prosperare nel business globale è un obiettivo ambizioso, chiaramente raggiungibile solo per quelle industrie alimentari che valorizzano la sicurezza alimentare e si affiancano ai giusti partner.
Infatti, per mantenere ed accrescere il record storico delle esportazioni dell'anno 2021 diventa ora più che mai un asset fondamentale per le aziende dotarsi di un partner sulla sicurezza alimentare che agevoli l'importante lavoro di penetrazione nei mercati esteri svolto dalle aziende.
Con tre sedi in Italia e oltre 90 Uffici Regulatory in 70 Paesi del mondo ed un team di più di 150 tecnici, formatori, auditor e consulenti, ESI-ITA Group è riconosciuta come società di riferimento per adempimenti normativi a livello globale ed annualmente partecipa ai maggiori eventi congressuali e conferenze internazionali in Italia, Europa, USA, Asia e Medio Oriente, con relazioni e pubblicazione dei propri abstract sulle attività di consulenza, ricerca e sviluppo.
ESI, nasce nel 2001 da un insieme di professionisti con specifiche competenze sulla sicurezza alimentare e si è da subito voluta distinguere per la coerenza dei suoi valori incentrati sulla correttezza, innovazione e trasparenza, con l'obiettivo di mettere al centro dei propri interessi i bisogni di ogni singola realtà aziendale.Ogni azienda è un insieme di persone che noi amiamo conoscere per nome, facendo nostre le loro sfide, contribuendo ai loro successi, creando un rapporto di fiducia che caratterizza il percorso di ogni nostra singola consulenza.
"Divenendo una realtà di consulenza globale con l'ingresso nel network internazionale ITA Group, la nostra sfida è stata rendere il "mondo" a portata di tutti indipendentemente dalla dimensione aziendale: noi ti prendiamo per mano", ama sottolineare il Managing Director Noemi Trombetti.
In un contesto iper competitivo e nonostante la frenesia del settore agroalimentare collegato all'export, amiamo dare la stessa attenzione e profondità sia alla micro che alla grande industria, senza risparmiare energie ne lesinare risorse strategiche.
Dal 2000 ad oggi abbiamo supportato migliaia di imprese ad esportare i propri prodotti alimentari in tutto il mondo superando le barriere normative, tramite:

• consulenza personalizzata;
• corsi di formazione ufficiali o personalizzati;
• audit formativi ed assistenza durante le ispezioni di autorità sanitarie estere;
• registrazione degli stabilimenti produttivi presso le autorità dei Paesi di destinazione;
• revisione legale delle etichette e quesiti legali per oltre 70 Paesi;
• risoluzione dei blocchi doganali.

Facilitiamo il lavoro della qualità, potenziamo le opportunità di crescita in oltre 70 Paesi del mondo, in un momento storico in cui l'internazionalizzazione rappresenta un'importante via di crescita per il nostro agroalimentare.
ESI ITA Group, non è solo un partner, ma un asset strategico. ESI ITA Group è di tutti ma non "per tutti".



Richiedi maggiori informazioni



Altri prodotti della stessa azienda:

Un mese dall'evento formativo con Frank Yiannas, direttore generale FDA, e Claudio Gallottini
All'origine della Cultura della Sicurezza alimentare: un webinar per utilizzarla al meglio
Export Usa: One step back, and one forward!
Export Usa, pronti per il rinnovo della registrazione Fda?
Export in Usa: con chi, come e perché...
Smart: il nuovo ingrediente segreto per un export di successo
Export Usa, si riparte nel nome di SARS-Covid-2
Export Usa, è ora di essere smart e innovativi
La nuova era Smart della sicurezza alimentare
Esportare in Nord America, con Export Easy Route è più semplice!
Export Usa, minacce ed opportunità!
Export Usa, pronti per la SMART Food Safety?
Notizie e appuntamenti globali per l'industria agroalimentare
ESI ed ITA Group: il nuovo polo specialistico per un export di successo
North American Import: come affrontarlo? Ecco la proposta di ESI
Export Usa, ecco come esportare con successo
Il commercio globale ora è più sicuro grazie al network di ITA Group
Al via i primi audit regolatori sul Fsma: italiani in prima linea
Dopo lo shutdown e le ispezioni Fda, ecco come gestire il Fsvp
Il Nord America si allinea sui Preventive Controls