Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Prodotto
Cerca per Azienda

 

Shelf-life, come allungare la vita a scaffale con i gas alimentari

ll Gruppo Siad ha messo a punto prodotti, tecnologie e soluzioni applicative di qualitĂ 

Azienda: SIAD
Fonte: rivista "Alimenti&Bevande" n. 6/2022
Data: 12/07/2023


Oggi i consumatori sono molto attenti e valutano ogni dettaglio prima di scegliere cosa acquistare, soprattutto quando si tratta di prodotti alimentari. Di conseguenza, le aziende devono prestare maggior attenzione alla shelf-life e alla conservazione dei cibi, considerandoli fattori cruciali per garantire il massimo della sicurezza e, al contempo, rispettare la normativa stringente sul tema.

Cos'è la shelf-life

La traduzione letteraria di shelf-life è "vita a scaffale" e il suo significato è identificabile nel periodo che intercorre tra la produzione di un alimento e la sua data di scadenza.
Più tecnicamente, la definizione di shelf-life è ritrovabile nella norma UNI 10534-2005 e indica "quel periodo di tempo che corrisponde, in determinate condizioni di conservazione, a una tollerabile diminuzione delle qualità organolettiche, chimiche, fisiche, microbiologiche e strutturali dell'alimento".
Pertanto, stabilire la shelf-life dei prodotti alimentari significa evidenziare la data limite entro la quale è possibile consumarli in sicurezza, in quanto non contengono microrganismi pericolosi e non hanno subito variazioni di sapore, odore e colore o la perdita di nutrienti e vitamine. Conservare al meglio e in sicurezza un alimento ha anche un notevole impatto nel segno della sostenibilità: ottimizzando la distribuzione, evitando di ritirarlo precocemente dallo scaffale e rendendolo più facilmente utilizzabile in sicurezza, infatti, si riducono gli sprechi.


Shelf-life primaria e shelf-life secondaria

Per essere più precisi, è necessario distinguere tra shelf-life primaria e shelf-life secondaria (o shelf-life residua). La prima fa riferimento al periodo che va dalla produzione fino al momento in cui l'alimento viene aperto, mentre la seconda riguarda la conservazione delle proprietà organolettiche, dopo l'apertura della confezione.


Quali fattori influenzano la shelf-life

Diversi sono i fattori da tenere sotto controllo e che possono generare variazioni negative nelle proprietà degli alimenti. Questi i principali: esposizione alla luce, variazioni di temperatura, azioni ossidative e contaminazione microbiologica.


Determinazione (o validazione) della shelf-life

La normativa vigente non stabilisce puntualmente le modalità di determinazione della shelf-life dei prodotti alimentari, ma pone a capo dei produttori la responsabilità di individuarla.
Da qui la necessità di rivolgersi a laboratori specializzati che, per effettuare il calcolo della shelf-life (shelf-life validation), andranno a mettere in atto una serie di analisi in un dato periodo di tempo e in determinate condizioni di conservazione, sulla base dei driver di accettabilità, parametri specifici per ogni tipo di alimento, dal sapore all'odore, fino alle proprietà nutrizionali, considerando soprattutto la sicurezza igienico-sanitaria.


Il ruolo dei gas nella conservazione degli alimenti

I gas hanno un ruolo importante nella conservazione alimentare e nel prolungare la vita a scaffale degli alimenti. Il loro utilizzo rappresenta un'operazione tecnologica di supporto che, unitamente ad altri interventi (mantenimento della catena del freddo, packaging corretto, tutela da luce e ossidazione), protegge il prodotto dal deterioramento anticipato, affinché non perda caratteristiche organolettiche e valori nutrizionali.
Utilizzando i gas alimentari come azoto, ossigeno, anidride carbonica e argon, singolarmente o miscelati tra loro, è possibile, infatti, creare un confezionamento in atmosfera protettiva o modificata (Map, Modified Atmosphere Packaging), che rallenta il deterioramento del prodotto, ottimizzandone la conservazione e producendo benefici per tutta la catena alimentare, dal produttore al consumatore.
Gli esempi sono diversi, dall'impiego dell'azoto per eliminare l'ossigeno dalle confezioni di prodotti deidratati e secchi o da forno, passando per l'utilizzo dell'argon nell'imbottigliamento dei vini pregiati, fino all'anidride carbonica, che ritarda la proliferazione batterica o dei funghi nella conservazione di carne, pesce e pasta fresca.


Le soluzioni SIAD per allungare la shelf-life

Il Gruppo SIAD ha un'attenzione particolare per l'industria alimentare, uno dei capisaldi dell'economia italiana. Grazie alla sua esperienza decennale nel settore, ha messo a punto prodotti, tecnologie e soluzioni applicative di elevata qualità.

Foodline, la linea innovativa per aumentare la shelf-life
In questa direzione ha progettato Foodline, una linea innovativa di prodotti per il confezionamento alimentare, nata per ottimizzare la shelf-life di alimenti e bevande.
Azoto, ossigeno, anidride carbonica e argon o una miscela tra loro assicurano una serie di benefici ai produttori alimentari, come: maggiore capacità di pianificazione produttiva e processi più efficienti, riduzione dei costi di produzione, maggiore capacità distributiva, maggiore durata della conservazione delle qualità organolettiche dei prodotti alimentari, riduzione degli scarti di produzione, livelli più elevati di sicurezza alimentare, riduzione degli sprechi alimentari ed ecosostenibilità.
Ne sono un esempio le esperienze delle aziende che l'hanno già testata.
Ma il Gruppo SIAD non si limita alla fornitura di gas e miscele, va oltre. Offre, infatti, tutti i servizi annessi: dalla progettazione all'installazione, al monitoraggio, il tutto creato ad hoc sull'esigenza specifica del settore e del produttore.

Aroma+, il sistema di packaging alimentare che esalta i profumi
Alcuni confezionati deperibili, all'apertura del packaging, possono sprigionare odori poco gradevoli e non corrispondenti alla loro qualità, non a causa della loro scorretta conservazione, ma per la fisiologica presenza di composti organici volatili.
Per rispondere a questa esigenza è nato Aroma+, un innovativo sistema di packaging alimentare, in atmosfera modificata e aromatizzata, capace di esaltare le caratteristiche dei confezionati deperibili. Grazie a una miscela di gas e aromi, infatti, permette al consumatore di percepire olfattivamente le migliori caratteristiche del prodotto confezionato.



Richiedi maggiori informazioni



Altri prodotti della stessa azienda:

Matter of Gas: il portale di SIAD per far conoscere i gas industriali
Additivi, SIAD è certificato Halal
 
Pubblicità

 

 

 

Alimenti-sempre-sicuri-nonostante-aumento-dei-prezzi

Romani-Igiene-Ambientale