Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Processi. Alimenti ‘scaduti’ e Giustizia ‘scadente’

Se a mancare è un’adeguata specializzazione di Pm e giudici.

Autori: Carlo Correra
Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 8/2019
Data: 21/10/2019


La Cassazione conferma che la vendita di alimenti con data di scadenza superata non costituisce reato, senza la prova dell’alterazione o della non genuinità, ma illecito amministrativo.

La mancanza di “specializzazione alimentare” di pubblici ministeri e giudici, unitamente all’abuso della “clausola di riserva penale” da parte del legislatore creano procedimenti infondati, che ritardano gli altri processi.

 



Scarica l'approfondimento