Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Luogo
Dal (gg/mm/aaaa)
Al (gg/mm/aaaa)

  • Il successo inizia dalla qualità - TESTO

 

Dire, fare, alimentare

Luogo: Padova
Data: 12/03/2024
Sito web: https://www.izsvenezie.it/convegno-dire-fare-alimentare-padova-2024/
Email: comunicazione@izsvenezie.it


Martedì 12 marzo a Padova l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) organizza il convegno "Dire, fare, alimentare", in collaborazione con il Focal Point italiano di Efsa del Ministero della Salute.
Il convegno vuole fornire spunti di riflessione, rivolti sia alla comunità scientifica e agli addetti al settore sia a tutta la collettività, su vari aspetti che caratterizzano la nostra relazione con gli alimenti: dalla cura della salute alla gestione dei rischi, dalla sostenibilità ecologica alla corretta informazione, da prospettive di genere a esperienze di solidarietà.
L'evento rappresenta il momento finale di un progetto integrato di ricerca e comunicazione sui rischi alimentari realizzato dal Laboratorio Comunicazione dell'Istituto, finanziato dal Focal Point italiano dell'Efsa, presso la Direzione generale degli Organi collegiali per la Tutela della Salute del Ministero della Salute.


Argomenti del convegno

  • Integratori, fitoterapia e micoterapia in ottica One Health
  • Menopausa e rischio cardiovascolare: ruolo dell'alimentazione in prevenzione primaria
  • Le Cucine economiche popolari di Padova: alimenti e accoglienza
  • Sicurezza alimentare e informazione
  • "Botta e risposta": il pubblico intervista gli esperti
  • Il progetto "Rischi alimentari e buone pratiche per evitarli"

 


Relatori

  • Antonia Ricci, Barbara Tiozzo, Stefania Crovato, Mirko Ruzza
    Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
  • Monica Montopoli, Valérie Tikhonoff
    Università di Padova
  • Suor Albina Zandonà
    Cucine economiche popolari di Padova
  • Roberto La Pira
    Il Fatto Alimentare

 


Programma completo

Iscriviti 

È gradita l'iscrizione on-line per garantire la disponibilità dei posti (massimo 200).
La raccolta delle adesioni è solo a fini organizzativi, non verrà rilasciato alcun attestato di frequenza.