Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

X anniversario dell'Efsa, la dichiarazione del foro consultivo

Fonte: Ministero della Salute
Data: 11/10/2012


Dieci anni fa l'Unione europea ha varato un nuovo quadro normativo per garantire la sicurezza degli alimenti e dei mangimi in Europa, un quadro inteso ad ispirare fiducia nei processi decisionali alla base della legislazione alimentare, nei loro fondamenti scientifici e nell’indipendenza delle istituzioni che tutelano la salute pubblica.
Per celebrare questo decimo anniversario, il 27 settembre scorso i competenti enti nazionali di sicurezza alimentare d’Europa che formano il foro consultivo dell'Efsa hanno emananato la seguente dichiarazione: "Nello spazio di un decennio la sicurezza alimentare europea ha compiuto progressi clamorosi e, per celebrare questo traguardo, riconosciamo il contributo essenziale che l'Efsa ha apportato: ha migliorato la tutela dei consumatori, ha fornito supporto vitale agli Stati membri e si è rivelata una risorsa determinante in tempi di crisi alimentari".
"Il foro consultivo - si legge nella dichiarazione - ha fiducia nell’indipendenza e nel processo decisionale in ambito scientifico dell'Efsa e ha lavorato in collaborazione con l'Autorità nel corso degli ultimi dieci anni per rafforzare il processo di valutazione del rischio dell'Unione europea e tutte le misure atte a garantire l'obiettività dei pareri scientifici. I nostri membri ribadiscono il proprio sostegno agli esperti indipendenti che contribuiscono all’attività scientifica dell'Efsa, riconoscendo il ruolo vitale che essi svolgono nel processo di valutazione del rischio".
"Il nostro impegno a rafforzare la creazione di politiche fondate sulla scienza - conclude il foro consultivo -sarà ininterrotto. Nel guardare al futuro ci adopereremo per garantire che la valutazione scientifica del rischio si evolva e si sviluppi in modo da rispondere alle sfide cruciali che ci attendono in un ambiente in continua evoluzione. Continueremo a costruire sui progressi compiuti dal 2002 e a patrocinare questo partenariato basato sulla fiducia, onde garantire la sicurezza degli alimenti e dei mangimi in Europa”.