Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Prodotti di qualità, il Cioccolato di Modica diventa Igp

Fonte: Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo
Data: 19/10/2018


Il Cioccolato di Modica Igp è, dal 15 ottobre, il primo cioccolato inserito nel registro delle denominazioni di origine protette (Dop) e delle indicazioni geografiche protette (Igp).

A stabilire l'iscrizione è il regolamento di esecuzione (UE) 2018/1529.

Salgono così a 296 le Dop e Igp italiane registrate in ambito comunitario.

La denominazione "Cioccolato di Modica" designa esclusivamente il prodotto ottenuto dalla lavorazione della pasta amara di cacao con zucchero.

Al momento dell'immissione al consumo, il "Cioccolato di Modica" presenta una forma a parallelepipedo rettangolare con i lati rastremati a tronco di piramide ed un peso non superiore a 100 grammi. La pasta è di colore marrone, con evidente granulosità per la presenza di cristalli di zucchero all'interno del prodotto. Il gusto è dolce con note di amaro.

Il "Cioccolato di Modica" è commercializzato in confezioni monoprodotto o pluriprodotto. Le operazioni di confezionamento devono avvenire entro un massimo di dodici ore dal raffreddamento, all'interno del laboratorio di produzione o dei locali ad esso annessi. Ciò consente di evitare possibili contaminazioni batteriche e l'assorbimento di odori estranei che comprometterebbero il profilo organolettico del prodotto. Garantisce, inoltre, che il cioccolato non assorba umidità dall'ambiente esterno, cosa che provocherebbe il rischio di formazione di muffe durante la conservazione, la perdita della caratteristica colorazione marrone della superficie esterna del prodotto.

La zona di produzione è rappresentata dall'intero territorio amministrativo del comune di Modica, in provincia di Ragusa.