Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Antiparassitari, pubblicato il regolamento sul programma di controllo 2013-2015

Fonte: redazione Alimenti&Bevande
Data: 05/09/2012


È stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea (G.U.U.E. L 235 del 1° settembre 2012) il regolamento UE 788/2012, relativo ad un programma coordinato di controllo pluriennale dell’UE per il 2013, il 2014 e il 2015, che mira a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di antiparassitari e a valutare l’esposizione dei consumatori a tali residui nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale.
Il provvedimento – che entrerà in vigore il 1° gennaio 2013 e che abroga il regolamento CE 1274/2011 – stabilisce che gli Stati membri devono prelevare e analizzare, nel corso del triennio 2013-2015, i campioni delle combinazioni di antiparassitari riportati nell'allegato I.
Il lotto da sottoporre a campionamento è scelto su base casuale, mentre nell’allegato II è indicato il numero di campioni da prelevare per ciascun antiparassitario.
La procedura di campionamento è conforme a quanto disposto dalla direttiva 2002/63/CE, mentre i campioni sono analizzati sulla base delle definizioni di residui riportate nel regolamento CE 396/2005. Ove quest'ultimo non preveda alcuna definizione esplicita del residuo per un dato antiparassitario, si applica, invece, quella indicata nell’allegato I del regolamento UE 788/2012.
Gli Stati membri dovranno comunicare i risultati delle analisi dei campioni effettuate nel 2013, 2014 e 2015 rispettivamente entro il 31 agosto 2014, 2015 e 2016. Tali risultati andranno presentati conformemente alla Standard sample description (Ssd), riportata nell’allegato III del regolamento UE 788/2012.